da Yoga Rahasya 1998.

Il Maestro Iyengar spiega cosa vuol dire “educare” ed educare i giovani in particolare e illustra i benefici effetti della disciplina yoga nello sviluppo pieno della personalità.

Il termine educazione deriva dal latino educere, sollecitare e scoprire ciò che è latente o in potenza, sviluppare i talenti e le qualità. Lo yoga ha a che fare con la costruzione della personalità. Ognuno di noi sviluppa abitudini e comportamenti senza darsi pensiero se questi siano o no compatibili con noi. Yoga significa rivedere propri schemi comportamentali in modo da garantire unità ed armonia in ogni cellula del corpo. Questo è il tipo di personalità che tutti desidererebbero avere in cui maturità, chiarezza e pace sono vissuti dentro se stessi e nella società. Sebbene l’approccio dello yoga e della educazione siano identici, l’educazione ha un approccio oggettivo mentre per lo yoga è soggettivo. Ognuno di noi possiede capacità innate che hanno la necessità di manifestarsi. Alcuni hanno un forte senso di verità e giustizia, di bellezza o lealtà. Altri possono essere estremamente intelligenti ma pigri ed indifferenti o amanti del piacere; altri ancora possono mentire, imbrogliare e rimanere egoisti. E’ il dovere di un buon educatore aiutare lo studente a comprendere i suoi punti di forza e le sue debolezze; contribuire cioè da una parte alla sua evoluzione e al suo sviluppo e dall’altra aiutarlo a sradicare le debolezze. La disciplina yoga è un eccellente aiuto in questa educazione perché cerca di portare rimedio ai difetti e coltiva il bene in ognuno. Porta disciplina nella vita dello studente a tutti i livelli – fisico, mentale e spirituale – e lo rende consapevole della forza così come della debolezza. Sfortunatamente al giorno d’oggi la maggioranza delle istituzioni educative danno istruzioni agli studenti per permettere loro di superare un esame. Questo non è educare perché si confonde l’educazione con una licenza per ottenere un lavoro e per guadagnare denaro necessario per vivere. Naturalmente nessuno può sottovalutare il bisogno di denaro per vivere, ma può l’essere umano vivere di solo pane? Non è anche suo dovere coltivare la propria personalità? Deve imparare a comprendereil suo benessere fisico e mentale in modo da essere perfettamente conscio dei suoi pensieri, parole ed azioni. Mente sana in corpo sano: questo è quello che gli antichi ci hanno tramandato. La salute non è un bene da acquistare al mercato. Bisogna lavorare duramente per ottenerla. Cosa significa buona salute? E’ uno stato di perfetto equilibrio tra il corpo e la mente così che ci si sente liberi dagli impedimenti del corpo e si possono usare le proprie facoltà intellettuali al meglio. Esercitare il corpo e la mente è essenziale per vivere una lunga vita in salute. Gli esercizi yoga non solo prevengono ma aiutano a curare le malattie. Gli Asana mantengono la qualità del flusso sanguigno in tutto il corpo; gli esercizi non agiscono solo sulla salute fisica ma anche aiutano a mantenere la mente all’erta ed il corpo agile e leggero. Inoltre lo yoga sottolinea l’importanza delle disciplina morale. Lo yoga copre tutte le sfere umane.Il corpo e la mente sono come campi incolti e dimenticati. Per uno studente di yoga il corpo e la mente sono campi coltivati in cui il saggio contadino ara la terra, innaffia,fertilizza, pianta il miglior seme, con attenzione si prende cura delle colture e al termine miete il miglior raccolto. Egli quindi ara il corpo con yama e niyama (le norme morali di comportamento); rimuove le erbacce – le impurità e i dolori – con gli asana (le posizioni), abbevera il corpo di energia con il pranayama (il controllo del respiro)e pratica il pratyahara (il controllo dei sensi) come fertilizzante per avere buoni pensieri ed azioni; si prendecura del sé – la coltura – per raggiungere il samadhi, il raccolto che porta pace ed armonia. In questo modo diventa il vero padrone del suo corpo sacro. Ho insegnato yoga in istituzioni educative, culturali e militari ottenendo benefici effetti e non posso non enfatizzare la necessità dello yoga per le giovani generazioni. Viviamo in un’epoca di velocità stress e sforzo. Questa vita richiede una grande fatica per i nostri nervi che sono invisibili rami del cervello. Quando i nervi crollano, in un qualche modo l’ansia o la nevrosi fanno capolino. Prevenire è meglio che curare e lo yoga è una prevenzione. Lo yoga assicura nervi saldi ed elastici pronti per affrontare una attività intensa con equilibrio e sangue freddo. Lo yoga è un calmante naturale. E’ l’unico sistema, per quanto ne so, che sviluppa armoniosamente sia il corpo che il cervello. Andrebbe introdotto nelle istituzioni scolastiche, come esercizio di addestramento nelle scuole elementari e medie, come cultura mentale nei college e come cultura spirituale nelle università.

Equilibrio e calma nella mente, serenità nell’essere.