Prende il nome da B.K.S. Iyengar, un maestro di yoga riconosciuto internazionalmente.

L’ insegnamento di questo metodo si fonda sull’esecuzione attenta e corretta delle asana (posizioni) e del pranayama (respirazione). L’allineamento della colonna vertebrale e delle giunture fa sì che si crei spazio tra gli organi interni, permettendo all’energia di fluire in ogni parte del corpo, conseguendo nuova consapevolezza e benessere.
Alcuni dei benefici che si ottengono sono:

  • articolazioni più flessibili;
  • la muscolatura si armonizza e si rinforza;
  • la circolazione sanguigna e la digestione migliorano;
  • le difese immunitarie aumentano;
  • migliora la respirazione;
  • la mente si calma e viene stimolata la concentrazione.

Con il tempo, l’ attenzione che inizialmente viene rivolta solo al movimento esterno del corpo, si affina e si modifica, portando la percezione e l’ascolto per quello che avviene all’interno; imparando ad osservare, infonde intelligenza e saggezza nel movimento.
Tale esperienza porta ad una più profonda conoscenza ed unione nel proprio aspetto fisico, psicologico e mentale.
L’ utilizzo di attrezzi, come panchetti e blocchi di legno, coperte e cinture, permette a tutti di rimanere più a lungo nelle posizioni, tenendo conto delle capacità e dello stato di salute di ognuno.